Seleziona una pagina

oriente

sento come un sapore amaro

tra i fasti di questa civiltà

tenui segnali 

non li decifriamo mai

insonnoliti come siamo nei tram

provo sempre nostalgia

per le conchiglie sparse 

in riva al mare

le seguo come grandi impronte

sul diario dell’ umanità

l’esilio del pensiero

si consuma dentro i bar

dentro vuote autobiografie

nessun protagonista

amor che guardi 

verso oriente

verso il mare

qual è il nome 

che pronunci piano

 prima di dormire

amor che guardi 

verso oriente

verso il mare

qual è il nome 

che pronunci piano

prima di dormire

preferisco l’analfabetismo

alle false astrazioni

a questo modo 

così socratico

al riparo dalle passioni

l’esilio del pensiero poi

 si consuma dentro ai bar

 e dentro vuote autobiografie

nessun protagonista

amor che guardi 

verso oriente

verso il mare

qual è il nome 

che pronunci piano

prima di dormire

amor che guardi 

verso oriente

verso il mare

qual è il nome 

che pronunci piano

prima di dormire